Sei qui
Home > 2013 > dicembre

Sulla Terra non è mai la stessa data

Siccome fra poche ore inizierà il tormentone televisivo sui vari festeggiamenti in Oceania al venturo anno nuovo, è bene fare alcune riflessioni. Quando sulla Linea Internazionale del Cambiamento di Data scatterà il Capodanno 2014 [ovvero “lì” h. 00:00], nel resto dei 359°,9999999 ad ovest della LICD [man mano che la neonascita

I calendari: dall’antica Roma al mondo attuale

L’antico anno romano consisteva di dieci mesi lunari (calendario romuleo). Non per nulla – sin da bambini – ci suonava strano che, 7mbre, 8bre, 9mbre e 10mbre, fossero i nomi degli ultimi quattro di una serie di 12. Con la riforma di re Numa Pompilio (754-673 aC) al calendario furono

Dove sono le nonne? Solo in pubblicità

Da cinquantanni in qua: ”Io ne ho viste cose...” Era il 1963: l’esordio in prima elementare. Le scolarette colleghe – tanto per fare il conto pari – sarebbero le nonne di oggi: quelle a cui fa riferimento la pubblicità quando parla di ricette, rimedi, segreti della “nonna”. Ma stiamo scherzando? Le

Morto il fotografo di un’epoca

Gli occhi. Profondi, quelli di Paolo Pedrizzetti avevano osservato e condensato in un memorabile fotogramma l’anima di un’epoca, impressionando su pellicola la più emblematica immagine degli Anni di piombo. Quel sanguinoso e cupo 14 maggio del 1977, in via de Amicis a Milano, fra i giovani gruppi rivoltosi di Autonomia

Ancora pericoli di cessazione definitiva per l’autorevole rivista Affari Esteri?

Si torna ancora una volta a parlare della chiusura dello storico periodico «Affari Esteri». Ci rivolgiamo a Giovanni Armillotta: fra i più regolari collaboratori nel recente decennio; webmaster del relativo sito-web; nonché cultore di Storia e istituzioni dei Paesi afro-asiatici all’Università di Pisa, giornalista e saggista. G.X.: Armillotta, ci parli della

“Dopo” il Porcellum IV

Dialogo sopra i due massimi sistemi Come s’è visto nella scorsa parte dello studio, il modello proporzionale – dopo 47 anni di onorato servizio – su sprone di un’élite è venuto meno a causa di quell’odio generalizzato nei confronti della politica, avviatosi agli inizi dei Novanta. Nei recenti quattro lustri, ben

“Dopo” il Porcellum III

Un giovane Giulio Andreotti – da sempre distaccato dalla retorica – definì le prime consultazioni elettorali del nostro Paese: la “vera rivoluzione antifascista e democratica” che avvenne una volta “restituita l’arma del voto”1 agli italiani. Lo fu anche dal punto di vista sociale. Alle amministrative del 19462 votarono per la prima

Il Sudafrica senza Madiba. Libero dominio capitalista e nuova apartheid socio-economica

Nel piccolo villaggio rurale di Qunu, il 15 dicembre una solenne cerimonia ha salutato Nelson Rolihlahla Mandela: eroe della resistenza incruenta al regime dell’apartheid e primo presidente nero del Paese, Madiba – nomignolo usato nel gruppo etnico Xhosa – si è spento alla veneranda età di 95 anni. La sua

“Dopo” il Porcellum II

Le Legislature del Ventennio (1922-1943) Dopo che Vittorio Emanuele III conferì a Mussolini l’incarico di costituire il governo – varato il 31 ottobre 1922 – uno fra i primi punti del gabinetto fascista, fu la riforma elettorale, il cui estensore materiale era Giacomo Acerbo, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio. Il disegno

I 55 giorni che hanno cambiato l’Italia

Roma, 23 aprile 1978. Il giovane brigadiere della Guardia di Finanza Giovanni Ladu – nome in codice: Archimede – fu convocato con urgenza e istruito per effettuare servizi speciali di controllo e vigilanza di un edificio capitolino. Con altri nove militari, l’indomani il sottoufficiale avrebbe preso alloggio nella villa al

“Dopo” il Porcellum

Le elezioni prefasciste (1861-1921) La condanna dei giudici della Consulta all’infame e non democratica legge n. 270-21.12.2005 quale anticostituzionale, c’induce a una rilettura dei vari dispositivi elettorali portati avanti nel nostro Paese. Innanzitutto ciò che ferisce l’occhio dello studioso è che la legislatura inaugurale del Regno d’Italia non sia considerata la I,

Cinquemila anni di Serie A, da Braudel all’US Foggia II

Parte seconda (1979-2014) Nella Serie B 1963-64 accadde un evento straordinario. Per la prima e unica volta nella storia del girone unico, ben tre squadre promosse risultavano esordienti nella massima serie. A vantaggio dei tifosi delle “provinciali” e dello studio sui Cinquemila Anni, stilo dai tempi più recenti in là, tutti

Top