Sei qui
Home > 2014 > marzo

Obama day: 007 e Marine, Roma blindata

Migliaia di agenti per scortare Barack Obama, atterrato nella serata di mercoledì a Ciampino con l’Air Force One: Vaticano, Palazzo del Quirinale, Villa Madama e Colosseo, le tappe capitoline del tour presidenziale. Disturbatori di frequenze jammer – dispositivi impiegati per scopi militari – impedivano ai telefoni cellulari di funzionare nelle

Caso Moro: una verità che scotta

Desecretare migliaia di documenti custoditi nell’archivio del Senato – e tuttora inaccessibili – che riguardano i 55 giorni più oscuri della Repubblica: pagine della Storia d’Italia che, a trentasei anni di distanza, attendono di essere raccontate per la prima volta. Dalla strage del 16 marzo in via Fani al ritrovamento

Kurt Cobain, vent’anni di Nirvana

I’ve been locked inside / Your heart-shaped box for weeks. “Sono stato rinchiuso nella tua scatola a forma di cuore, per settimane”, cantava Kurt Cobain in un singolo dell’album In Utero (1993). La voce grunge dei Nirvana non poteva sapere che Courtney Love l’avrebbe preso alla lettera. Vedova inconsolabile, l’artista statunitense

Torneo Anglo-Italiano: un’autorete giocando in casa

Una fra le competizioni più interessanti e innovative è stato il Torneo Anglo-Italiano. Tutt’oggi anche i tifosi nati fra il 1960 e il ’61, sia pure ai primi interessi calcistici, ricordano con nostalgia tale manifestazione, creata nel 1970. Il torneo era ideato e organizzato dal calabrese Gigi Peronace (1925-80). Grande

Spagna-Italia 1-0, a Prandelli tutto è concesso

Ancora una volta il nostro calcio è stato letteralmente surclassato ed umiliato dalla nazionale spagnola, quella superata dal Sudafrica lo scorso 19 novembre. Benevolo è stato solo il risultato. Il ct italiano si è difeso con un banale: “La Spagna è molto più forte di noi” e con una ‘imbarazzante’

György Ligeti. Quattro inni immortali

Pur essendo ateo, l’ungherese György Sándor Ligeti (1923-2006) scrisse due veri e propri capolavori di musica religiosa: il Requiem, per soprano e mezzo soprano solista, due cori misti e orchestra (1963-65) e Lux æterna, per 16 voci soliste (1966). Quest’ultima originariamente apparve quale sorta di coda1 del Requiem, traendo l’impostazione

La maledizione nucleare di Pripjat’

Esiste un luogo funereo e spettrale nell’oblast’ di Kiev, in Ucraina settentrionale: sono le rovine intossicate di Pripjat’, città ormai deserta che si trova nella grande area paludosa della Polesia. Nella palude immersa nel silenzio tombale, oggi ciascun edificio è corrotto e deteriorato: case e alberghi ospitano spiriti. Neppure i

La corrente psichedelica nell’arte

La psichedelia1 rappresentò il collegamento fra l’arte contemporanea, la cultura popolare e la protesta nel corso degli anni Sessanta e i primi dei Settanta. Essa costituì un interessante ma anche uno degli approdi maggiormente trascurati, e non solo in Italia, della storia dell’arte del sec. XX. Il dialogo tra l'arte

Festival di Sanremo: cui prodest?

La generazione X – appena in età di guardare la tivvù con accanto papà e mamma e per almeno un decennio in là – ha credto che la musica italiana fosse solo Sanremo. A parte non v’erano i veloci e pervasivi mezzi di comunicazione di oggi che accorciano i tempi,

Top