Sei qui
Home > 2016 > marzo

Pavel Yakovlev, surrealismo post-industriale e speranza nel futuro

Visioni misteriose di un universo onirico ma allo stesso tempo quasi tangibile, si diffondono attraverso opere surreali di Pavel Yakovlev – artista, musicista e ingegnere russo – come se fossero varchi aperti su altre dimensioni. L’irruzione nel mondo sconcertante dell’inconscio collettivo, in cui le prospettive si distorcono e assumono le

Alba del Grunge: il vuoto e l’urlo della negazione

Un salto indietro nel tempo: nel substrato periferico della città statunitense di Seattle si aggregavano gruppi che avrebbero segnato il panorama sociale e musicale del Novecento, innescando un fenomeno alternativo in netto contrasto con gli elementi di leggerezza, modernizzazione, contro l’immagine plastificata e l’idolatria del denaro caratteristici degli anni Ottanta.

Ex Machina, un androide con l’istinto di sopravvivenza

Manipolazione, inganni, seduzione e paure si mescolano fra loro col risultato di generare sensazioni di smarrimento, innestando un ventaglio di dubbi nella mente. Chi è AVA? Una macchina umanoide dalle fattezze di una splendida donna (Alicia Vikander) oppure la coscienza collettiva del genere umano sintetizzata in un corpo robotico? L’amministratore

L’ascesa di Tomoko Nagao, interprete del consumismo kawaii

La società usa e getta, dei servizi e consumi fast. Bisogni indotti di massa che derivano dall’accumulazione di denaro facile, prodotti da divorare il più velocemente possibile, per poi consumare ancora. Nelle opere di Tomoko Nagao, tratti netti e assenza di prospettiva, simboli del consumismo e colori vivaci: è la

Archillect, memorie di un automa

Un’intelligenza artificiale è in grado di fornire ispirazione estetica? Se lo domandate al progettista, grafico ed artista turco Murat Pak, probabilmente risponderà che “tutto è una versione di qualcos’altro”. Di conseguenza, la mente umana può essere impressionata da ogni genere di visione che abbia la caratteristica fondamentale di suggestionarla. Non

Cinquanta sfumature di Trainspotting?

Vent’anni dopo, stesso regista, stesso cast. Danny Boyle ha annunciato che l’inizio delle riprese è imminente: girerà il sequel di un cult degli anni Novanta, Trainspotting. Tratto dall’omonimo romanzo di Irvine Welsh, dibattuto per la tematica fuorviante sull’uso di eroina – il regista ha sempre smentito che il messaggio fosse

Archeologia proibita: la storia segreta della razza umana

L’uomo moderno esiste sulla Terra da centomila anni oppure risale a un’epoca estremamente più antica? In base alle teorie scientifiche accreditate, il primo esemplare di essere umano simile all’odierno – il Neanderthal – sarebbe comparso in un passato non più remoto del lasso temporale compreso fra i 100-250mila anni fa.

Top