Sei qui
Home > Posts tagged "1968"

L’enigma della Generazione X

Prima (nel 2007): “bamboccioni”, “mammoni”, “inconcludenti” e “perdenti compiaciuti”. Quelli che “restano con i genitori, non si sposano e non diventano autonomi” e devono essere mandati “fuori casa”: la prole dei figli dei fiori, una generazione scomoda per definizione – in quanto l’eterna giovinezza dei genitori non può riflettersi in

Il ’68 visto dal basso

1967-1975: sono gli anni in cui tutti – partiti e sindacati, forze istituzionali e gruppi extraparlamentari – hanno cercato di ‘cavalcare la tigre’, cioè i movimenti sociali contestativi. Noi siamo andati a scovare questa ‘tigre’ per scoprire fino a che punto era addomesticabile o irriducibile, fino a che punto ha

Contro il ’68, la fine di un mito

Bamboccioni, inconcludenti, mammoni. Eterni immaturi privi d’immaginario: essere così beffardamente etichettati è divenuto un peso ormai insostenibile per gli inquieti adolescenti italiani degli anni Ottanta – svezzati da videogame con extraterrestri, assillanti televendite di tappeti, da hamburger americani e computer, televisioni private e robot nipponici. Testimonianza di tale indignazione è Contro

Generazione X, il tempo del riscatto

Siamo all’inizio della faticosa risalita, i primi lenti movimenti di un corpo intorpidito da inattività psichica e sospeso sull’opprimente limbo della non-idoneità. Per la Generazione X – apatica, confusa e frustrata per altrui definizione – avrebbe dovuto essere l’ora di trarre alcuni bilanci esistenziali in positivo: al contrario, lunghe liste

Il miracolo estetico-economico di Gravity

C’è niente di nuovo sotto il sole? Stando alle voci di corridoio, il clamoroso capolavoro del regista Stanley Kubrick, 2001: Odissea nello Spazio – pellicola del 1968 che, da decenni, si è imposta quale opera di riferimento nel genere della fantascienza – avrebbe un degno rivale. Si tratta di Gravity,

Top