Sei qui
Home > Posts tagged "Corte costituzionale"

L’incubo Italicum

Nasce dall’accordo fra il segretario del Pd Matteo Renzi (il Buon Pastore) e Silvio Berlusconi (il Nazareno), con la benedizione di Angelino Alfano (il Cardinal Nepote): si potrebbe definire un mostro a tre teste – il Cerbero della democrazia italiana – ma è la nuova legge elettorale che sta divorando

Italia, doglie elettorali in terra e il luttuoso pianto dei migranti sulle coste

Secondo un’indagine di Coldiretti, per il 47% degli italiani quello da poco trascorso è stato un Natale di regali mestamente riciclati. L’osservatorio internazionale Federconsumatori ha rilevato una ulteriore flessione della spesa collettiva: dopo il notevole calo (-18,8% dall’inizio del 2013) prosegue il vistoso andamento negativo del potere d’acquisto delle famiglie.

“Dopo” il Porcellum III

Un giovane Giulio Andreotti – da sempre distaccato dalla retorica – definì le prime consultazioni elettorali del nostro Paese: la “vera rivoluzione antifascista e democratica” che avvenne una volta “restituita l’arma del voto”1 agli italiani. Lo fu anche dal punto di vista sociale. Alle amministrative del 19462 votarono per la prima

“Dopo” il Porcellum

Le elezioni prefasciste (1861-1921) La condanna dei giudici della Consulta all’infame e non democratica legge n. 270-21.12.2005 quale anticostituzionale, c’induce a una rilettura dei vari dispositivi elettorali portati avanti nel nostro Paese. Innanzitutto ciò che ferisce l’occhio dello studioso è che la legislatura inaugurale del Regno d’Italia non sia considerata la I,

Top