Sei qui
Home > Posts tagged "Italia"

Italia, trent’anni di immigrazione e inerzia politica

Tempo fa avevamo parlato dell’incremento dei flussi migratori e degli sbarchi di profughi dal Nord Africa sulle coste meridionali dell’Italia, un’impennata che si registrava fin dal 2011 e portava con sé drammatiche conseguenze, imponendo una risposta istituzionale all’emergenza. La costosa operazione Mare Nostrum per il controllo del Canale di Sicilia

Quando gli italiani erano ricchi, ottimisti e festaioli: prima del crollo del muro di Berlino

Abbiamo rispolverato dei sondaggi che illustrano la situazione del Belpaese meno di trent’anni fa: sorprendente quanto l’Italia sia stata trasformata in un tempo così breve. I nati negli anni Ottanta difficilmente possono ricordare com’era il tenore di vita dei connazionali quando Michail Gorbačëv era l’ultimo segretario generale del Partito Comunista

Una generazione sommersa nel deficit

L’aveva illustrata nel 2012, Mario Monti – da Presidente del Consiglio – la cruda realtà sulla “generazione perduta”: 30-40enni italiani in difficoltà perché non trovano spazio nel mondo del lavoro, destinati a svendersi e rinunciare alle proprie aspettative. Al massimo, il minimo necessario per assicurarsi la sopravvivenza. Speranza di far

Ast Terni: una vertenza d’acciaio

Non era una festa nella gelida notte del 31 ottobre lungo la superstrada E45 e il raccordo Terni-Orte. In corteo circa 300 lavoratori: si trattava degli operai della Acciai Speciali Terni (Ast), di proprietà del gruppo tedesco ThyssenKrupp. In seguito alla notizia della cassa integrazione immediata per duecento dipendenti della Ilserv

Italia, un Paese per vecchi

I fratelli Coen, registi e produttori di fama internazionale, non avrebbero vinto premi Oscar per il celebre Non è un paese per vecchi (No Country for Old Men, 2007) se il loro film fosse stato ambientato in Italia. L’anomalia è evidente: basta guardarsi intorno. Ad agosto l’Istituto nazionale di statistica ha

Mare nostrum, il rebus di Alfano

Si sta verificando un esodo di proporzioni esorbitanti sulle coste meridionali del Belpaese. Una situazione di emergenza che si protrae dal 2011, ossia da quando i flussi migratori dal Nord Africa impennarono a quota 64mila (contro una media annuale di 15mila persone agli inizi del Terzo millennio). L’imponente operazione militare-umanitaria

Mondiali 2014: ma l’Italia dov’era?

Il trasecolamento che ci ha colpiti duramente per la eliminazione non inopinata dell’Italia dai Mondiali brasiliani, consente ancora qualche abbozzo di ragionamento e qualche piccola considerazione (ammesso che servano a qualcosa) in margine all’Evento. La prima questione che mi viene in mente è lo stupore che ha colto i famosi

Ilaria Alpi: l’ultimo viaggio a Mogadiscio

Traffico di rifiuti tossici o radioattivi e di armi, mala cooperazione italiana, sequestro delle navi Shifco. Sono le tracce che Ilaria Alpi seguiva nella Repubblica Democratica di Somalia, il percorso in cerca della verità che nel 1994 le costò la vita. L’inviata del Tg3 fu uccisa a colpi d’arma da

La maledizione nucleare di Pripjat’

Esiste un luogo funereo e spettrale nell’oblast’ di Kiev, in Ucraina settentrionale: sono le rovine intossicate di Pripjat’, città ormai deserta che si trova nella grande area paludosa della Polesia. Nella palude immersa nel silenzio tombale, oggi ciascun edificio è corrotto e deteriorato: case e alberghi ospitano spiriti. Neppure i

L’incubo Italicum

Nasce dall’accordo fra il segretario del Pd Matteo Renzi (il Buon Pastore) e Silvio Berlusconi (il Nazareno), con la benedizione di Angelino Alfano (il Cardinal Nepote): si potrebbe definire un mostro a tre teste – il Cerbero della democrazia italiana – ma è la nuova legge elettorale che sta divorando

115 anni di sport italiano a squadre. Chi conta e chi no

Parte prima: la geografia dei titoli assegnati (1898-2013) Il proposito del contributo è analizzare i venti campionati F&M dei maggiori dieci sport per squadra – composti in larghissima maggioranza da figli della generazione X e da un gran numero di eponime/i ultra32enni ancora in formissima – e trarre riflessioni complessive. La prima

Psicopatologia del politico I

Generazione X vs. politico psicopatico post-murale La tanto bistrattata Generazione X – offesa da scrittori di paese, mancati vincitori di concorso letterario e retrevier ex ministeriali – sta nettando l’orrido consolidatosi negli anni del post-Berlino ’89. Nel corso delle recenti elezioni la GX ha portato alla Camera dei Deputati (l’organo istituzionale

Top