Leggi gli articoli sul Pianeta Rosso

Generazione X

Sapere aude

“The Last of Us”: facciamo il punto della situazione

Condividi:

Il mondo dei videogiochi è in crescita ormai da anni. Nel corso del 2020 questa industria ha raggiunto un fatturato record di $159 miliardi a livello globale, una cifra elevatissima già di per sé ma ancor più impressionante se la si paragona a quelle relative ad altre discipline, altrettanto popolari. Ad esempio, nel 2019 il mondo del cinema ha incassato “solo” $100 miliardi, a testimonianza di quanto i videogiochi stiano pian piano spodestando forme di intrattenimento più tradizionali.

Non sorprende dunque che nel mondo del cinema e della televisione vengano avviate sempre più produzioni ispirate proprio a celebri videogiochi. Un esempio su tutti è Resident Evil, media franchise giapponese la cui serie di titoli videoludici principale vanta ben otto capitoli e che ha dato vita all’omonima saga cinematografica, composta da sei pellicole.

Per quanto riguarda la televisione, invece, l’esempio più recente è la serie di Netflix The Witcher, la cui seconda, attesissima stagione è in arrivo. Le aspettative per la nuova avventura di Geralt sono altissime, soprattutto da parte dei fan dei tre videogiochi con protagonista il cacciatore di mostri. E, a proposito di aspettative, è arrivato il momento di parlare di The Last of Us, la nuova produzione HBO ispirata al capolavoro di Naughty Dog e che dovrebbe arrivare sui nostri teleschermi l’anno prossimo.

Nel corso degli ultimi mesi si sono susseguite numerose notizie su questo imponente progetto. Innanzitutto, sembra che la data finale scelta per il lancio della serie tv sia ricaduta sul mese di giugno del 2022. Perlomeno, si tratta di quanto emerso in occasione del recente aggiornamento sulla trasposizione televisiva di The Last of Us, ovvero l’annuncio della presenza di Neil Druckmann tra i registi scelti da HBO.

Leggi anche:  Utopia: una serie britannica di spietata attualità

Il co-presidente di Naughty Dog è anche il direttore creativo e lead writer sia del primo che del secondo capitolo sviluppato per PlayStation. Già qualche mese fa era stato annunciato il suo coinvolgimento come sceneggiatore e produttore esecutivo della serie televisiva, notizia che aveva reso più che felici i fan di The Last of Us. D’altronde, se si considera l’eccezionale qualità della scrittura dei videogiochi sviluppati da Naughty Dog, la presenza di Druckmann non può che essere una garanzia.

A questo proposito, serve anche fare chiarezza sul plot che ci aspetta tra meno di un anno. The Last of Us è stato spesso erroneamente accostato a The Walking Dead, in quanto le due opere condividono uno scenario apocalittico simile. In realtà, si tratta dell’unico elemento che hanno in comune, visto che l’opera di Naughty Dog utilizza questo setting come un escamotage narrativo per raccontare, magistralmente, le storie dei personaggi coinvolti.

Ecco perché è difficile immaginare una produzione che riprenda fedelmente gli avvenimenti di The Last of Us Parte I e II, in quanto la storia raccontata nei due capolavori non ha più molto da dire. Inoltre, sembra proprio che Ellie possa vestire sin dalla prima stagione il ruolo di protagonista assoluta, a differenza del primo videogioco in cui è “semplicemente” uno dei migliori personaggi secondari nella storia dell’industria.

Cosa dobbiamo aspettarci, quindi? Innanzitutto, la prima stagione dovrebbe far riferimento esclusivamente agli avvenimenti del primo capitolo, in cui Joel ed Ellie intraprendono insieme un viaggio lungo un anno. Un’odissea condensata in circa venti ore di gioco, scandita da momenti salienti e significativi ma che potrebbe avere ancora molto potenziale narrativo se raccontata da una prospettiva diversa. Non a caso, sembra proprio che l’intenzione sia quella di scrivere una storia nuova, che magari colmi tutti quei gap temporali che in un videogioco, inevitabilmente, non possono essere coperti.

Leggi anche:  Colony: gli alieni ci hanno già colonizzato

Il nucleo dell’opera rimarrà però immutato. A confermarlo sono state anche le recenti foto del set televisivo, che ritraggono una Boston rasa al suolo. Sembra essere proprio questa l’ambientazione dell’inizio dell’avventura di Joel ed Ellie, come nel celebre videogioco. Inoltre, sono già stati annunciati numerosi membri del cast, che si preannuncia eccezionale.

Pedro Pascal, noto per The Mandalorian, vestirà i panni di Joel, mentre Bella Ramsey, esplosa grazie a Game of Thrones, darà vita alla “nuova” Ellie. Per il resto, Gabriel Luna sarà Tommy, fratello di Joel, Nico Parker interpreterà Sarah e Merle Dandridge sarà ancora una volta Marlene, come già fatto nei due videogiochi.

Non manca molto all’arrivo della serie tv di The Last of Us, per cui le aspettative sono elevatissime. Fortunatamente, le notizie degli ultimi mesi fanno ben sperare i fan del celebre videogioco targato Naughty Dog.


Iscriviti al gruppo dei sostenitori per accedere ai contenuti extra

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.