Siccome fra poche ore inizierà il tormentone televisivo sui vari festeggiamenti in Oceania al venturo anno nuovo, è bene fare alcune riflessioni.

Quando sulla Linea Internazionale del Cambiamento di Data scatterà il Capodanno 2014 [ovvero “lì” h. 00:00], nel resto dei 359°,9999999 ad ovest della LICD [man mano che la neonascita del Capodanno avanzerà seguendo il sole, e casserà il 31 dicembre 2013, ossia oggi] sarà ancora l’ultimo dì dell’anno, e così dicasi fino a quando la l’ex “neo”nascita  del Capodanno raggiungerà, dopo un giro completo, quell’x–359°,9999999 [ossia nuovamente poco prima della suddetta LICD]. La stessa data sul pianeta è inesistente, in quanto la Terra non interrompe mai la rotazione.
Siccome tale ragionamento vale per tutte le date, l’osservazione la inviamo anche agli “ex” sostenitori del fatidico 21 dicembre 2012. Come poteva questo giorno essere fatale nel momento stesso in cui non poteva spalmarsi contemporaneamente su tutto il nostro corpo celeste? A buon intenditor…

Condivisione: