Sei qui
Home > Arte > I giardini segreti di Athos Faccincani: percezione della gioia

I giardini segreti di Athos Faccincani: percezione della gioia

Nella rigogliosa bellezza degli scorci mediterranei, i colori vividi e brillanti di un pittore che vuole contrastare le situazioni drammatiche della vita: Athos Faccincani, nato nel 1951 a Peschiera del Garda, negli anni Ottanta ha scelto il paesaggio come soggetto della sua ricerca artistica. Portofino, Positano, Mykonos e Santorini, luoghi che con la loro luce vengono dipinti da Athos esaltandone grazia e piacevolezza, attraverso uno sguardo innocente carico di speranza. Si tratta della svolta, nel percorso creativo di Faccincani, intrapresa dopo un’ardua fase giovanile in cui si è dedicato allo stile espressionista, trasponendo sulla tela i toni cupi e la sofferenza umana dei reclusi, degli emarginati, dei ricoverati negli istituti psichiatrici. Fino al dramma collettivo della guerra: una mostra sulla Resistenza gli valse la nomina di Cavaliere della Repubblica, da parte di Sandro Pertini. In seguito, il pittore cambia diametralmente prospettiva. Dalle ombre interiori all’aperto e soleggiato panorama che circonda le sponde del mar Mediterraneo. Isole italiane e greche, spettacoli naturali di emozionante fulgore come le albe e i corsi d’acqua, le suggestioni intorno alla laguna, Venezia.

Una serie di lavori inediti, dedicati ai giardini di Milano, verrà presentata ai visitatori dal 21 aprile al 27 maggio, presso la galleria Deodato Arte: trenta opere pittoriche fra cui sette dipinti ad olio che offrono vedute degli spazi verdeggianti della città, come il Parco Sempione, il Parco Lambro e piccoli angoli caratteristici come in Tulipani e luce nel Giardino di Villa Reale. Suggestive visuali raffigurate in un’esplosione colorata – in particolare, nell’opera I Giardini della Guastalla e i colori dell’autunno – e panorami esotici del Giardino di Villa Invernizzi, popolato da fenicotteri rosa. Ulteriori rimandi allo stile impressionista si osservano in Portofino con campanelle, il borgo sul mare immerso in una natura rigogliosa, adornata da presenze floreali, e Alba accattivante in Provenza, avvolto da un’atmosfera serena, ad affermare una visione positiva del mondo.

La contrapposizione alle fasi oscure della vita: “(…) percepire il momento di gioia all’uscita dalla sofferenza, la sofferenza e la gioia e la felicità sono come una corda non tirata, ma lasciata nel vento, in ogni momento tutto può cambiare, per questo bisogna saper gioire al momento della felicità”1. Anche nel giardino più rigoglioso c’è un angolo buio, a ricordare che luci e ombre sono sempre strettamente correlate.

Faccincani ha esposto in Italia e all’estero – tra cui Londra, Parigi, Vienna, Chicago, Zurigo, Madrid, Los Angeles, New York, Tokyo e Montecarlo – conquistando l’apprezzamento e l’interesse della platea internazionale. Per non dimenticare le antologiche al Parlamento Europeo di Strasburgo, al Complesso Monumentale del Vittoriano a Roma, a Palazzo della Gran Guardia a Verona e le personali presso il Castello Sforzesco di Vigevano (Pavia), Castel dell’Ovo e Palazzo delle Arti PAN a Napoli. Nel corso della sua quarantennale carriera, Athos è stato insignito di numerosi premi. Di recente, a Roma come Personalità europea 2008, a Ischia con il premio Ischia Friends 2010 ed a Napoli con il premio Albatros 2011.

Athos Faccincani. I giardini segreti
Deodato Arte, via Santa Marta, 6 – Milano
21 aprile – 27 maggio 2017
Inaugurazione giovedì 20 aprile, ore 18.30
Orari: martedì – sabato 10.30-14.00 e 15.00-19.00
Tel. 02 80886294
Note:
1 Athos Faccincani, Faccincani – Realtà, fantasia, sogno, Edizioni Ghirlandina, Nonantola – Modena, p. 3.
Flora Liliana Menicocci

Giornalista, ha sperimentato la scrittura in Rete fin dal 2003 e successivamente è approdata alle pagine di un quotidiano nazionale. Collabora con i periodici «Africana» e «Metodo». Nel 2013 ha fondato «Generazione X».

Lascia un commento

Top